Forgiveness, originally uploaded by Marita Cosma.

Succede che quand’ero adolescente non facevo cose del tipo fare le prove allo specchio di quel che avrei potuto dire e delle espressioni che avrebbero accompagnato certe parole piuttosto che altre, anzi, mi ritrovavo davanti allo specchio dopo aver fatto qualcuna delle mie solite gaffe da piena sincerità e mi sgamavo lì a rimuginarci quando dalla bocca mi uscivano cantilene tipo nanana lallalla per non pensarci, per non sentirmici pensare, per coprire il pensiero senza poi neanche dover pensare di farlo, senza nessuno che mi dicesse “canta che ti passa”, semplicemente trovandomi lì a constatare di non volermi sentir pensare.

Succede che adesso invece ci sono giorni in cui mi ritrovo a parlare con gli occhi, al vuoto, di solito appena sveglia, sulla scia dei miei sogni, come se stessi facendo le prove generali di dialoghi o discorsi, ben diversi da interrogazioni, esami o monologhi, come se per il palcoscenico della vita non mi sentissi ancora pronta, anzi non più, non mai. Ciò non mi toglie sincerità immagino, ma spontaneità temo di sì.

Mi tengo stretto il mio coraggio, metto la mia vergogna in tasca ed esco, quel che rimane della mia ingenuità sa ciò a cui mi riferisco e non ho nulla da temere oltre me stessa, almeno non oggi.

Annunci