E’ la rivolta degli schiavi, once again, non quelli di Castel Volturno, l’Africa di Miriam Makeba, e nemmeno di quelli che remavano in catene sulle onde dell’Oceano, ma di questi che, anno corrente 2010, dopo essere sopravvissuti alla culla chiodata del Mediterraneo italolibico, raccolgono arance anziché cotone e vivono nei relitti postindustrial della periferia di suburbia invece che nelle capanne invase di radici del Mississipi Burning di zioTom. Where’s humanity?, vien da chiedersi, once again. Nei loro cuori di leoni, vien da rispondersi, non certo negli animi dei conigli che parlano il politichese. E che nervi.
Be the panther if you can’t be human then, and stay alive.


Annunci