escluse certe curiosate nei cassetti di mio padre e qualche videotape trovata a mio zio quand’ero piccina, non ho molta dimestichezza con la pornografia, non più di quanta ne avesse Amelie nel suo meraviglioso mondo.  Ho sempre preferito i romanzi erotici a dire il vero, l’erotismo ad ogni modo, sottovoce e riservato di solito, forse pudico ma molto mio, così mio da averlo dovuto difendere varie volte… Ma comunque, me a parte. Se l’esistenza di youporn non è ancora riuscita a fare la debita rivoluzione di cui The Naked Army si è presa carico, se quel mestiere antico che è la prostituzione determina ancora tutta la disumana schiavitù che sappiamo e il porno, hard o soft che sia, ne confeziona malaccio la clientela, allora tanto di cappello alla cospirazione messa in atto da Clara’s Baby Army.
Tutta la mia stima e il mio supporto alla potenza delle loro foto e delle sue parole.

Punk it up sista!

I’ve got no army, just my (shameful) nakedness.

Annunci