Il testamento

Se mai io scomparissi
presa da morte snella,
costruite per me
il più completo canto della pace!

Ché, nel mondo, non seppi
ritrovarmi con lei, serena, un giorno.

Io non fui originata
ma balzai prepotente
dalle trame del buio
per allacciarmi ad ogni confusione.

Se mai scomparissi
non lasciatemi sola;
blanditemi come folle!

3 novembre 1953

Alda Merini

_da “Paura di Dio” (1955)
_in “Fiore di poesia” (1998)

Luce

omaggio a Alda Merini

Come solo angeli
consapevoli d’esserlo
che ti trovano,
ti cercano
che ti aspettavano
da tempo.
Ali di cielo,
luce da un volto,
pace dal silenzio.

Nell’aria, come vascello di nuvola,
avevano oltrepassato un’altra porta.
Una crepa.

Quel varco
tra uomo
e umano,
quello spazio
tra presente
e divino,
tra adesso
e dopo,
tra loro
e il mondo,
quel vuoto
era caduto
come suono
cade
nel corpo
di un sordo.

Askin' the Dust

Annunci